LETTERA DALLA PRESIDENTE

Sempre di più, sempre più presenti

Carissime, carissimi, ci avviamo verso la conclusione di quest’anno che ricorderemo, tra le altre cose, per la piena ripresa delle nostre attività in presenza. Penso in primo luogo ai corsi di aggiornamento e alle riunioni delle Macroregioni che abbiamo potuto organizzare di nuovo sul territorio. In questo numero della nostra newsletter siamo in grado già di anticiparvi la programmazione dei corsi fino al 2023.

A queste date potete aggiungere nelle vostre agende altri due momenti importantissimi per la vita associativa del ROI: il progetto CronOs, con il quale celebreremo la settimana internazionale dell’osteopatia dal 17 al 23 aprile, e naturalmente il nostro attesissimo Congresso, che si svolgerà a Verona dal 16 al 18 giugno. Tante iniziative che, insieme ai numerosi servizi, rappresentano l’ampia proposta del ROI ai suoi soci, insieme a tutta l’attività dei consulenti che operano nelle diverse aree di competenza, da quella legale e fiscale a quella della comunicazione e delle relazioni istituzionali, che ci aiutano ad essere un riferimento importante e autorevole per l’osteopatia.

Uno sforzo organizzativo che negli anni si è andato sempre più rafforzando tanto a livello centrale, attraverso la nostra segreteria e la nostra intranet, sia radicandosi a livello locale con le attività nelle singole Macroregioni. Tutto questo è stato reso possibile grazie al vostro appoggio e alla fiducia dei professionisti più giovani che, sempre più numerosi, scelgono il ROI quando, a conclusione dei loro studi, si affacciano alla pratica osteopatica. Il senso di appartenenza alla nostra categoria professionale si è rafforzato in questi anni e diventa spesso adesione alla comunità del ROI che ormai è composta da più di 4.500 soci. Una comunità che ci permette di essere più forti e più rappresentativi e, al tempo stesso, di ridurre ancora una volta la quota associativa per es- sere sempre più inclusivi.

C’è di che essere orgogliosi!

Vi abbraccio tutte e tutti,

Paola Sciomachen

Per approfondimenti leggi tutta la newsletter qui